I cosiddetti “gruppi spirituali”

Sono tempi difficili, si sa. Mala tempora sunt. Le difficoltà materiali, sempre più diffuse, sono solo un aspetto del complesso processo che sta avvenendo oggi sulla terra. Stanno crollando, ad uno ad uno, tutti i passati punti di riferimento. Chi un tempo era degno di ammirazione, come un bravo politico, un bravo medico, un bravo scienziato, un bravo prete, sta perdendo sempre più credibilità, offuscato ed affondato dalle sue stesse menzogne e dai suoi stessi inganni, sempre più evidenti per chi ha anche solo cominciato a vedere qualcosa. Di fronte a questa situazione l’essere umano ha una scelta tra solamente tre alternative.

Alternativa numero uno: continuare, nonostante tutto, a credere alle opinioni sistemiche. Questo vuol dire continuare a credere che l’11 settembre sia stata opera dei terroristi arabi, che la giustizia salvaguardi veramente i valori di equità ed equanimità, che il sistema economico attuale sia veramente il migliore possibile, che le chiese rappresentino veramente il vero dio (ma quale chiesa poi?). In pratica, queste persone continuano ad affidarsi agli “esperti”. Incredibilmente, direi io. La capacità logica di queste persone, come anche la conoscenza intuitiva di ciò che è vero, sono completamente morte. Lasciamole al loro destino, non è di loro che vorrei parlare.

C’è infatti un altro gruppo di persone. Questi, all’apparenza, si sono staccati dalle opinioni sistemiche. A sentirli parlare, si sono risvegliati: si sono sbarazzati dei condizionamenti della chiesa, di quelli del sistema, di tutto. Però poi, curiosamente, quando stanno male si impauriscono e chiamano ancora il medico. Oppure, curiosamente, pensano che la chiesa non sia così male, che ci sia comunque una spiritualità positiva lì. Cosa è successo in queste persone?

Il sistema ci tiene schiavi attraverso la mente, questo ormai è chiaro. Chi ci comanda conosce bene i meccanismi della mente, in particolar modo quelli del subconscio. Sanno bene che chi è stato schiavo per tanto tempo sarà letteralmente terrorizzato dalla libertà. Per questo non si preoccupano più di tanto di questo cosiddetto “risveglio”, che a detta di alcuni “maestri” starebbe avvenendo. Sanno che è quasi tutta fuffa, ed hanno ragione.

Cosa fanno, infatti, quelli del secondo gruppo? Una pura e semplice spolveratina della mente. Un restyling. Prendono i concetti del sistema, quelli grazie ai quali ci hanno schiavizzato per millenni, li ritoccano un pochino qua e là, e li ripresentano come una cosa nuova. Anzi, li ripresentano come la nuova Verità, rivelata solo a loro. Prendono alcune frasi dei maestri e le ripetono a sproposito, fuori contesto, meccanicamente. La loro mente, avvilita dal crollo di alcune certezze, si rinvigorisce riempendosi di concetti altisonanti: amore incondizionato, accettazione del tutto, comunione col divino. Ma questi sono solo concetti vuoti se non si è nel cuore. Non basta fare un restyling della mente, e lasciarla al potere. Bisogna andare oltre…

Chi è oltre, mi sembra di capire, è chi ha visto che il mondo che noi vediamo è il contrario, il negativo del mondo reale. Ogni istituzione è costruita per fare esattamente l’opposto di ciò che afferma di fare. C’è questa bella frase dello scrittore Michael Ellner, che riassume bene la situazione:

“Diamoci anche solo un’occhiata. Tutto è capovolto. Tutto è sottosopra. I dottori distruggono la salute, gli avvocati distruggono la giustizia, le università distruggono la conoscenza, i governi distruggono la libertà, i media principali distruggono l’informazione, e le religioni distruggono la spiritualità.”

Come sa chi legge questo blog, la questione su cui sono più preparato è sicuramente quella della medicina. Cosa si intende dicendo che i dottori distruggono la salute? Si intende che, ad una attenta analisi, l’intero sistema medico è da ribaltare. I dottori non hanno capito da dove vengono le “malattie”, e quindi le terapie che propongono sono male indirizzate. E’ come se, in seguito ad un incendio, i governanti (i dottori) decidessero di arrestare ed uccidere tutti i pompieri. Non solo non sono di aiuto a chi è “malato” (escludendo l’effetto placebo, presente in chi ha ancora assoluta fiducia nei dottori), ma rendono “malato” anche chi malato non lo è. Dove voglio arrivare? Ora mi spiego.

Se qualcuno mi dice: “Vado a fare gli esami del sangue, che ne dici? Controllarmi è un bene per la mia salute, no?”, secondo voi, cosa gli direi?

E se un altro mi dice: “Vado in Chiesa, è un bene per il mio percorso spirituale, no?”, secondo voi cosa gli rispondo?

Quelli del secondo gruppo lasciano ancora tutto lì: la medicina, la giustizia, le religioni, i mass-media. A parole dicono di non essere più influenzati, però siccome non hanno capito sostanzialmente niente, continuano ad essere manipolati dagli stessi inganni di sempre.

Questa è, a mio parere, l’era in cui tutte le istituzioni devono essere abbattute, e rifondate (se risulteranno avere un’utilità) dalle basi. Un semplice restyling delle istituzioni esistenti non porterà a nessun cambiamento sostanziale, anzi. Le istituzioni, con gli stessi inganni dietro ma con una nuova faccia, potrebbero acquistare anche più potere. Rendendo questa terra ancora più invivibile, pesante, menzognera, infernale. Chi è nel terzo gruppo l’ha capito. Purtroppo siamo ancora veramente in pochi…

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Spiritualità e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...